Pittoresco borgo marinaro della Costiera Amalfitana, Cetara sorge ai piedi del monte Falerio e, distendendosi in una profonda vallata fiancheggiata da vigneti ed agrumeti, si apre quasi a ventaglio sulla stretta fascia pianeggiante a livello del mare.

Cetara è sempre stato un paese di pescatori, non a caso il suo nome deriva dal latino "Cetaria", tonnara, o da "cetari", venditori di pesci grossi. Più volte, tuttavia, in passato le antiche attività marinare e di pesca dei suoi pacifici abitanti sono state bruscamente sconvolte. Nel 1551, infatti, fu assalita dalle armate turche che fecero strage di chi non voleva imbarcarsi al loro servizio. Dopo il tragico episodio gli abitanti di Cetara costruirono una possente torre di avvistamento, (attualmente adibita ad abitazione privata) simbolo caratteristico della ridente cittadina.

Dal 1685 la vita cetarese ebbe nei Francescani un essenziale punto di riferimento pedagogico, culturale e morale. La loro presenza è testimoniata dall'imponente complesso monumentale conventuale. Le bellezze naturali ed artistiche, complice la splendida posizione geografica, hanno reso Cetara patrimonio dell'Unesco.

Tra i prodotti tipici del luogo, difficile resistere al richiamo del famosissimo limoncello, il liquore ottenuto dagli inconfondibili limoni della Costiera Amalfitana, così com' è difficile non lasciarsi tentare dal liquore al finocchietto, al lauro, al mandarino e dagli squisiti babà al limoncello, tutti prodotti dalla ditta Shaker.

Tra i locali consigliati : Nabila Club
 
indietro
<< >>