Ciò che rende Pompei un luogo unico al mondo e' la possibilità di poter ricostruire, passo dopo passo, lungo le vie lastricate di basalto lavico, la vita quotidiana degli abitanti di una città che un evento catastrofico come l'eruzione ha reso immortale. Il centro di tutte le attività economiche, commerciali e politiche e il punto d'incontro per eccellenza, la "piazza" dei pompeiani, era il Foro. In questo vasto spazio erano situati tutti i principali edifici pubblici. Dalla Basilica dove si amministrava la giustizia, al Tempio italico di Giove che, insieme a quello di Apollo, testimonia il culto per la religione dei pompeiani.
Nei luoghi più frequentati della città sorgevano le terme: quelle del Foro, le Centrali e le Stabiane, importantissime nella vita quotidiana della città.
Gli spettacoli teatrali costituivano un appuntamento irrinunciabile. Nel grandioso Anfiteatro di forma ellittica, dell'80 a.C., con una capienza di 12000 persone, si svolgevano i seguitissimi giochi tra i gladiatori. Famosissima nel mondo è, inoltre, la pittura pompeiana, con l'inconfondibile rosso, di cui un mirabile esempio è rappresentato dagli affreschi della Casa dei Vettii, o dal misterioso ciclo di affreschi della Villa dei Misteri, dedicato al culto di Dionisio, che costituisce una delle più grandiose raffigurazioni pittoriche dell'antichità.
Anche a Pompei č possibile degustare i prodotti tipici campani, come il famosissimo limoncello, il liquore ottenuto dagli inconfondibili limoni della Costiera Amalfitana, o il liquore al finocchietto, al lauro, al mandarino, senza dimenticare gli squisiti babā al limoncello, tutti prodotti dalla ditta Shaker.

 
indietro
<< >>